Menu
Assistenza clienti: 0131 233108
Prendiamoci cura dei nostri batteri

Prendiamoci cura dei nostri batteri!!

L’equilibrio della flora intestinale, responsabile di un’adeguata assimilazione di nutrienti, è di importanza vitale per le difese dell’organismo e per il trattamento di molti disturbi. L’ecosistema intestinale è composto dalla mucosa intestinale e da diverse specie di batteri.

La sua composizione può essere modificata somministrando probiotici e prebiotici. Ma cosa sono esattamente?

Vengono definiti PREBIOTICI gli ingredienti del cibo che non sono digeribili, ma possono essere di aiuto a chi li assume in quanto stimolano in modo selettivo la crescita e/o l’attività di molti batteri del colon. La funzione principale dei prebiotici è dunque quella di stimolare la crescita dei Batteri buoni per il nostro intestino. Le fibre alimentari sono un abbondante nutrimento per i batteri; le più amate dai batteri buoni si trovano in porri, asparagi, cipolle e aglio, ma anche in topinambur, carciofi e cicoria.

Anche in farmacia troviamo prebiotici mirati. Essi sono costituiti sopratutto da oligosaccaridi: frutto-oligosaccardi, inuline, lattulosio. Secondo diversi studi i prebiotici possono avere una attività antimicrobica, ipolipidemizzante, di modulazione della glicemia; inoltre possono avere anche l’effetto di migliorare il bilancio e l’assorbimento dei minerali (come calcio e magnesio).

I PROBIOTICI sono invece i microrganismi viventi, comprendenti le specie di Lactobacillus e Bifidobacterium e i lieviti; tutti questi piccoli esserini possono dare, a seguito di ingestione, dei benefici, migliorando il bilancio della microflora intestinale.

La microflora intestinale ed il suo equilibrio sono importanti per il sistema immunitario, il benessere dell’intestino e il controllo dell’infiammazione. Inoltre, la flora batterica intestinale, rinforza la funzione di protezione della mucosa intestinale, aiutandola nella prevenzione degli attacchi dei microrganismi patogeni e nella penetrazione degli allergeni. Alcuni membri della microflora contribuiscono alla richiesta di vitamine da parte nel nostro organismo (biotina, acido pantotenico, vitamina B12).

Alterazioni della flora batterica dell’intestino si verificano, ad esempio, a seguito dell’uso di antibiotici, malattie o invecchiamento, situazioni di stress, cattiva alimentazione. I probiotici che sono commercializzati come integratori alimentari e negli alimenti funzionali (es. Lo yogurt) sono principalmente delle specie Bifidobacterium e Lactobacillus; il Saccharomyces boulardii è invece un esempio di lievito in grado di prevenire la diarrea associata all’uso di antibiotici.

I probiotici sono usati per i benefici nella prevenzione e nel trattamento di alcune patologie gastrointestinali in seguito a utilizzo di farmaci o infezioni virali, ma anche nel caso di intolleranza al lattosio e malattie infiammatorie intestinali. Possono essere di beneficio anche in alcune allergie alimentari, ma le evidenze a supporto sono ancora preliminari.

I batteri buoni si prendono cura del nostro intestino, lo difendono e noi ne traiamo beneficio ogni giorno. Per questo è importante non trascurali e quando le nostre comunità di batteri sono minacciate non dimentichiamoci del valido aiuto dei fermenti lattici! Prima di acquistarli però, accertiamo sempre che siano indicati per i disturbi di cui si soffre..

Condividi il post!
0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.